Tra la Valgrande del Sesia e la valle di Gressoney si trova il colle Valdobbia a 2480m s.l.m.

In passato questo colle era molto frequentato. Militari, ma anche emigranti valsesiani che si recavano in Svizzera o in Savoia a lavorare scollinavano in val di Gressoney grazie al colle Valdobbia.

Nel 1823 il canonico Nicolao Sottile avviò la costruzione di un ospizio per garantire ai viandanti un rifugio sicuro nel cui tenersi al riparo dalle bufere e tempeste di neve.

Il rifugio ha 21 posti letto, servizi e doccia con acqua calda e ristorante.

Periodo di apertura da giugno a settembre.

Da lì sono state effettuate anche osservazioni del cielo per le previsioni meteorologiche, ma ora di tale attività resta soltanto la torretta che sporge dal tetto.

Si tratta di una meta di notevole interesse naturalistico perché le montagne dell’alta Valle Vogna (la laterale della Valgrande del Sesia che sale verso il colle Valdobbia) ospitano ambienti naturali ancora incontaminati in cui è possibile incontrare stambecchi, camosci, marmotte ed osservare i grandi rapaci come l’aquila.

Per raggiungerlo si parte da Cà di Janzo (Riva Valdobbia) a 1354 m percorrendo per circa 4 ore sentiero e mulattiera ben tracciati e segnalati. Il dislivello è di 1126 m.

Dall'Ospizio Sottile attraverso il Passo dell'Alpetto a m 2774 si scende al Lago Bianco (m 2264) e poi al Rifugio Abate Carestia (m 2201).

Altre ascensioni possibili sono:

Corno Bianco 3320 m
Punta Ciampono 3233 m
Cresta Rossa 2985 m
Corno di Valdobbia 2755m
Punta Plaida 2689 m
Punta Carestia o Corno Rosso 2979 m

Rifugio Ospizio Sottile m. 2480

Colle di Valdobbia
13020 Riva Valdobbia - Vercelli
WEB
Tel. 348-6011550
Mail. info@ospiziosottile.com

Servizi

  • RISTORANTI

    Alta Valsesia Ristoranti e trattorie
  • ACCOMODATION

    Alta Valsesia Accoglienza
  • Webcam

    Alta Valsesia Webcams
  • SITUAZIONE

    Alta Valsesia Situazione Meteo
Paolonet di Paolo Brignone