Scopa è un paese situato in un bacino ridente, inquadrato da boscose montagne e ricche distese di rigogliosi frassini

Fra pascoli aperti e dolci declivi, alpeggi e villaggi, distese erbose e un ventaglio di cime si apre il territorio di Scopa da dove inizia praticamente la Val Grande del Sesia. Un paesaggio mutevole e gradevole, fra le frazioni basse del paese che si incontrano lungo la strada provinciale che risale fino a fondo valle.

Case antiche, coperte di piode con testimonianze costanti dell’amore per questa terra delle passate generazioni. Fra Scopetta, Muro, Salterana con le località di Pianaccia, Sella, Pian Gallina, Pian del Sasso. Molte le cappelle e gli oratori votivi, fra i quali, a Muro, quello dei santi Rocco, Fabiano e Sebastiano, protettori delle epidemie. Ancora a Otra, al di là del Sesia con un collegamento a passerella e un santuarietto del ‘700 immerso nel verde, e poi Ramello, di bell’ambientazione con molte deliziose residenze, fra frutteti e verdi prati, e il prezioso oratorio di San Martino con la particolarità di un portichetto tutto spostato a destra.

Scopa è il più antico abitato di questa prima parte superiore della Val Grande e deve la sua importanza al ruolo storico da sempre assunto dalla giurisdizione ecclesiastica della sua chiesa, dedicata a San Bartolomeo e adagiata su un pianoro sulla riva sinistra del Sesia; fu la prima Pieve dell’Alta Valsesia e quindi chiesa Matrice delle parrocchie della Val Grande.

Scopa è importante nel contesto valsesiano, con diversi laboratori artigiani e un sensibile fermento turistico, con sfruttamento delle risorse del Sesia, fra pesca e discese fluviali

Di ricostruzione settecentesca era già citata in antico dalle cronache legate alle vicende dolciniane; delle precedenti architetture si conserva il portico meridionale con bifore gotiche e interessanti affreschi del ‘4oo. Ampio e solenne l’interno: unica navata con tre grandi altari e numerosi i decori e gli arredi di pregio, una pregevole Via Crucis e la Cappella di Santa Ammonisia, il coro con armoniosi stalli intagliati.

Anche socialmente Scopa è importante nel contesto valsesiano, con diversi laboratori artigiani e un sensibile fermento turistico, con sfruttamento delle risorse del Sesia, fra pesca e discese fluviali.

La sua importanza residenziale continua con l’incoraggiamento alla realizzazione di nuovi edifici sempre in buona armonia con tradizioni edilizie tipiche e rispetto per l’ambiente.

E’ pure centro importante di un escursionismo diffuso, dipartendosi da qui la Valmala, spicchio di territorio valsesiano profondo e suggestivo per la sua natura rigogliosa, la flora, la fauna; si inoltra verso la Selva Grossa e i Denti di Valmala, la Sella Boera e i monti Ventolaro e Badile, giù sui confini del territorio della vicina Scopello.

  • RISTORANTI

    Alta Valsesia Ristoranti e trattorie
  • ACCOMODATION

    Alta Valsesia Accoglienza
  • Webcam

    Alta Valsesia Webcams
  • SITUAZIONE

    Alta Valsesia Situazione Meteo
Paolonet di Paolo Brignone